Struttura

… con atto costitutivo registrato e statuto depositato. I membri della Associazione Gran Loggia Liberale sono le associazioni locali costituite dai membri delle logge particolari e singole logge non necessariamente costituite in associazione.

Gli organi nazionali sono il Consiglio Direttivo (in termini massonici, “Giunta Esecutiva”), l’Assemblea dei Rappresentanti di Loggia, il Collegio dei Probiviri e il Collegio dei Sindaci Revisori.

La Giunta Esecutiva è presieduta dal Gran Maestro ed è l’organo amministrativo della associazione. L’Assemblea dei Rappresentanti di Loggia, detta anche “Grande Assemblea”, è costituita dai Maestri Venerabili e dai Sorveglianti di ogni loggia associata. Costituisce l’organo legislativo e deliberativo della associazione; riunita in assemblea elettorale, elegge le cariche nazionali.

Il Collegio dei Probiviri e il Collegio dei Sindaci Revisori sono organi di controllo. In particolare il Collegio dei Probiviri, detti anche “Giudici” è incaricato dello svolgimento dei procedimenti disciplinari secondo l’apposito Regolamento approvato dalla Grande Assemblea . Il Collegio dei Sindaci Revisori esercita il controllo sulla gestione economica dell’associazione.

La Gran Loggia Liberale d’Italia garantisce l’autonomia e la sovranità delle logge associate nella loro attività massonica, non imponendo vincoli alle scelte della loggia purché siano rispettate le regole della Tradizione massonica, enunciate nelle Costituzioni dell’Ordine, e lo Statuto associativo.

La Gran Loggia Liberale d’Italia ha funzioni di coordinamento tra le logge associate, organizza occasioni d’incontro e di studio, eventi culturali sia pubblici che riservati agli iscritti e cura le relazioni con altre organizzazioni massoniche italiane ed estere, favorendo così la conoscenza reciproca e le relazioni sociali, allo scopo di costituire un vero centro di unione fraterna.

Perchè una nuova Gran Loggia

Chi cerca di documentarsi sulla presenza di organizzazioni massoniche in Italia, le cosiddette “obbedienze”, rimane sicuramente sconcertato dalla numerosità di Gran Logge e Grandi Orienti operanti in Italia. La parcellizzazione della massoneria italiana è evidente – basta fare una ricerca sul web – e la confusione non manca.

[continua a leggere]

Il Gran Maestro

Il primo Gran Maestro della Gran Loggia Liberale d’Italia è il Fratello Marco Galeazzi, 64 anni.
Ingegnere libero professionista e già docente universitario a contratto, coniugato, è nato e vive ad Ancona . Iniziato il 20 marzo 1981 nella storica loggia “Stamira” n. 192 aderente alla Gran Loggia d’Italia degli A.L.A.M., ha rivestito in quella Obbedienza…

[continua a leggere]

Struttura

Gran Loggia Liberale d’Italia è una comunità di logge massoniche, regolarmente costituite secondo la Tradizione, che accolgono uomini e donne e operano nei primi tre gradi della Libera Muratoria simbolica: Apprendista, Compagno e Maestro Libero Muratore.
La Gran Loggia Liberale è costituita come associazione non riconosciuta secondo il dettato del Codice Civile…

[continua a leggere]

La Giunta Esecutiva

La Giunta Esecutiva è costituita dai Grandi Dignitari e alcuni dei Grandi Ufficiali della Gran Loggia Liberale. La Giunta Esecutiva è l’organo amministrativo della Gran Loggia Liberale d’Italia, e coincide con il Consiglio Direttivo dell’Associazione. E’ composta da un massimo di 10 componenti…

[continua a leggere]

error: Contenuto protetto.